L'idea di abbandonare una vita tradizionale tra mattoni e cemento per abbracciare un'esistenza più semplice e meno convenzionale a bordo di una casa galleggiante incarna un senso di ribellione e individualismo. Chi vive su una casa galleggiante si avventura in uno stile di vita avventuroso e, se situato in luoghi remoti e rurali, entra in intima comunione con la natura.Tuttavia, la vita su una casa galleggiante non è sempre un'esperienza tranquilla. 

Questi habitat sono spesso esposti agli elementi e, quando situati in luoghi particolarmente isolati, possono essere completamente autonomi, il che richiede un periodo di adattamento. Ma le case galleggianti possono anche trovarsi insieme ad altre in città, formando comunità forti e unite. 

Dal punto di vista del design, le case galleggianti variano tanto stilisticamente quanto strutturalmente e molti dei loro abitanti prendono sul serio la vita sostenibile e il design.

Con i cambiamenti climatici e l'aumento del livello del mare, vivere sull'acqua diventa una necessità sempre più impellente. "Sulla base delle previsioni sul clima, abitare su una casa galleggiante potrebbe rivelarsi una scelta prudente, persino necessaria, per la sopravvivenza umana", afferma Mitchell. 

Di seguito, otto esempi di case galleggianti dimostrano come vivere sull'acqua sia diventato uno stile di vita affascinante in tutto il mondo.

Reetainer, Regno Unito

Reetainer, Regno Unito
Nel Regno Unito, Max McMurdo ha convertito un container di metallo in una casa galleggiante (Credit: Brent Darby)

Max McMurdo ha trasformato un container metallico da spedizione, acquistato per £2,000, nella sua casa sull'acqua, ora ancorata sul fiume Ouse nel North Yorkshire. Oltre a fornire un'abitazione ipotecaria gratuita, la nuova casa di McMurdo soddisfa il suo desiderio di vivere vicino o sull'acqua. McMurdo ha aggiunto pannelli solari e sta pianificando di installare un riscaldamento a infrarossi ad alta efficienza energetica.

Le Cid, Francia

Le Cid, Francia
Le Cid è stato costruito nel 1930 ed è ora ormeggiato nel centro di Parigi (Credit: Tom Peppiat)

Agnès Combes Bernageau si è trasferita da un "accogliente appartamento" a Parigi a una chiatta trasporto sul Sena, condividendo la sua casa fluttuante con i suoi due figli e un bulldog francese. Le Cid offre una vita comunitaria attiva lungo la Senna, con una forte presenza di vicinato e un comitato portuale.

Mini, Argentina

Mini, Argentina
Una comunità ecologica in Argentina ospita diverse case galleggianti tra cui Mini (Credit: Daniel Fernandez Harper)

Anibal Guiser Gleyzer ha trovato la vita cittadina insoddisfacente e, circa 30 anni fa, ha acquistato una barca a vela per esplorare il delta dei fiumi Paraná e Uruguay. Alla fine, ha venduto il suo appartamento, ha acquisito terreni nel delta e, sapendo che questa zona umida è soggetta a inondazioni, ha costruito una casa galleggiante. Oggi, Mini è parte di una comunità ecologica di case galleggianti chiamata Econáutico Hipocampo.

Altar, Brasile

Altar, Brasile
Le finestre dal pavimento al soffitto creano splendide viste sull'acqua sull'altare off-grid, Brasile (Credit: Mel Audi)

Rodrigo Martins ha realizzato, insieme alla sua famiglia e amici, una casa galleggiante eco-sostenibile ancorata a una boa sul bacino Jaguariuna a nord di São Paolo. 

La struttura boxy minimalista di 38 metri quadrati, denominata LilliHaus, è realizzata con materiali 100% riciclabili e include pannelli solari sul tetto che generano elettricità, illuminazione a risparmio energetico e moderni sistemi di trattamento delle acque.Altri esempi includono la LilliHaus in Brasile, con un sistema di proiezione all'aperto, la De Walvisch nel Regno Unito, con un interior ricco di oggetti di provenienza marittima, la Zazi Houseboat nei Paesi Bassi, che colpisce per il suo interno colorato, e l'Oldenburg in Danimarca, dove la familiarità con la vita di mare ha portato a vivere su un'imbarcazione confortevole e famigliare.

Questi casi mettono in evidenza non solo la bellezza e la varietà delle case galleggianti in tutto il mondo, ma anche il loro ruolo crescente come risposta adattativa di fronte alle sfide ambientali del nostro tempo.

Zazi Houseboat, Paesi Bassi

Zazi Houseboat, Paesi Bassi
La casa galleggiante in legno Zazi risale agli anni '70 ed è ormeggiata in un sobborgo di Amsterdam: il suo occupante l'ha ravvivata con interni color zafferano e cremisi (Credit: Muk Van Lil)

Per anni Jeanne de Kroon, proprietaria di un'attività di abbigliamento vintage chiamata Zazi Vintage, ha viaggiato per il mondo alla ricerca di tessuti e capi realizzati da artigiane. Di recente, ha però deciso di stabilirsi affittando una casa galleggiante in un sobborgo di Amsterdam. 

"Per i viaggiatori, una casa galleggiante è il modo ultimo per sentirsi in vacanza a casa propria," afferma la vivace de Kroon, che si veste in stile hippy anni '60.La comunità di vita su casa galleggiante è molto unita - ci scambiamo regali e abbiamo un club di nuoto - Jeanne de Kroon.La casa in legno galleggiante risale agli anni '70. De Kroon vi ha aggiunto colore, dipingendo le pareti di rosa carminio e appendendo vestiti nei suoi toni preferiti di giallo zafferano e rosso cremisi a tende e mobili. "Vivere in una barca sui canali di Amsterdam implica l'importanza del colore per riscaldare gli spazi," sostiene lei.

Oldenburg, Danimarca

Oldenburg, Danimarca
L'Oldenburg risale al 1908 – i suoi proprietari danesi hanno creato interni confortevoli (Credit: Christina Kaiser/ Styling di Rikke Graff Juel)

Quando Lis e Ove Nilsson videro per la prima volta la loro casa galleggiante Oldenburg, risalente al 1908, furono conquistati dalle sue grandi dimensioni - ideali per ospitare la loro famiglia e amici. L'interno del battello, con le sue pareti bianche, i pavimenti chiari e l'ordinato arrangiamento dei mobili, è minimalista ma confortevole. L'ambiente è reso accogliente dai lavori di falegnameria tradizionale e verniciata."Non ci è mancato nulla passando dalla terra all'acqua", affermano. Infatti, non c'è stato nulla di innaturale in questo: Lis ha passato le estati della sua infanzia a bordo di un cutter da pesca in legno. "Pescavamo aringhe, passere, trote di mare e merluzzi", ricorda. Da quando hanno acquisito Oldenburg, la coppia ha intrapreso numerose spedizioni in barca, principalmente lungo la costa occidentale della Jutlandia.

Soggybottom Shanty, USA

Soggybottom Shanty, USA
Siva Aiken sul portico della sua barca Soggybottom Shanty, basata su un pontone, negli Stati Uniti (Credit: Shivaun deLisser)

Un'esperienza formativa per Siva Aiken, proprietaria di una casa galleggiante eccentricamente chiamata Soggybottom Shanty, fu la sua fissazione con il giro tematico dei Pirati dei Caraibi a Disneyland a Anaheim, che la sua famiglia frequentava durante la sua infanzia. 

"C'era un uomo automa che fumava una pipa e si dondolava su una sedia sul portico di una baita paludosa," ricorda. "Sentivo la voglia di saltare fuori dal giro e trasferirmi in quella piccola capanna."La sua casa galleggiante lunga 7 metri è stata costruita usando materiali riciclati e scartati, con l'aiuto di amici, nel 2019. Aiken ormeggia la barca legandola a un molo. Di sera, si rilassa suonando il banjo sul portico della sua casa, in un'eco dell'attrazione dei Pirati dei Caraibi che la catturò da bambina.

De Walvisch, Regno Unito

De Walvisch, Regno Unito
Gli interni del De Walvisch sono stati rinnovati con legno di recupero: il clipper a vela è ormeggiato nell'East London (Credit: Roger Bool)
Hotel nascosti nella natura
Viaggi
I 5 hotel nascosti nella natura
Giuseppe Fabbri
23.10.2022

L'interno di De Walvisch, un clipper olandese a vela ora ormeggiato a Wapping, nell'East London, è potente e suggestivo. Vanta pareti in legno color mogano e una pletora di oggetti distintivi con una provenienza marittima antica, tutti reperiti dai suoi occupanti - gli artisti Zatorski & Zatorski.Nel 2000, la coppia acquistò una narrowboat, sviluppando un gusto per vivere "leggermente sotto il radar". 

La loro decisione di acquistare De Walvisch è stata rafforzata dal loro interesse per Wapping. "Ogni angolo di questa parte di città è ricco di storia," affermano.Il battello è ormeggiato agli ormeggi Hermitage, una cooperativa che gli artisti hanno contribuito a creare, condivisa con altre 17 imbarcazioni. 

Questo ambiente ispira gli artisti, interessati al potenziale delle navi per simboleggiare la scoperta, la nuova vita e l'avventura. Documentano la loro vita a bordo della barca e la usano per allestire opere d'arte e performance e per ospitare salotti, dove persone di diverse discipline sono invitate a discutere le loro idee.Il libro "Making Waves: Floating Homes and Life on the Water" di Portland Mitchell è pubblicato da Thames & Hudson.Queste sono solo alcune delle case galleggianti più belle ed emozionanti nel mondo, dove il design incontrano lo spirito di avventura e la sostenibilità ambientale.